app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorcartclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarker-filamarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-performance-warrantytoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file

Cantina Agricola Ronco Calino

Italy

  • Breve descrizione: Intervento di pulizia e trattamento antimacchia e antisporco della pavimentazione in cotto.
  • Periodo d'intervento: 2016
  • Materiali: Cotto, klinker e mattoni

Immersa nella straordinaria terra di Franciacorta, la Cantina Agricola Ronco Calino ha molteplici radici ricche di storia: prima il pianista bresciano Arturo Benedetti Michelangeli scelse la tenuta come suo rifugio, poi l’industriale bergamasco Paolo Radici, trovandola anch’egli un’oasi di pace, la acquistò nel 1996. Questo lembo di terra nel paese di Torbiato - Adro (BS) riaccese nell’industriale il sogno che lo accompagnava fin da bambino e così, da amante del buon vino, ne divenne produttore dando vita ad uno dei progetti vitivinicoli più apprezzati della Franciacorta, votato alla qualità e al rispetto per la natura. L’Agricola Ronco Calino è luogo di trasformazione e produzione, ma anche di esperienze. Radici fece realizzare ambienti dall’architettura tradizionale, fusi in maniera armoniosa e sostenibile con il territorio: pensata per essere al servizio delle esigenze del produttore, la struttura si compone di una cantina ipogea sovrastata da un belvedere sulle delicate colline circostanti e spazi per esposizioni ed eventi. 

15 anni di incessante attività avevano reso la pavimentazione in tavelle di cotto fatte a mano, spenta  e macchiata: trovare rimedio al problema con un intervento non solo di pulizia ma anche di prevenzione, costituiva un’urgenza sia di carattere estetico sia legata alla salubrità degli ambienti. L’intera superficie  in cotto (500mq) è stata pulita a fondo con FILAPS87 (diluito 1:3) che ne ha rimosso completamente lo sporco. Ambienti come questi si sa, adibiti alla vinificazione e alla degustazione, sono soggetti al formarsi di macchie più ostinate come quelle causate da vino e da sostanze oleose: resistenti al primo lavaggio, le macchie sono state trattate con FILASR95 (macchie di vino) e FILANOSPOT (macchie di unto). Per evitare il ripresentarsi del problema, sulla superficie è stato effettuato un trattamento antimacchia e antisporco ad effetto naturale: prima il trattamento antimacchia su superficie asciutta e pulita con FILAW68, steso in modo regolare impregnando bene anche le fughe, poi il protettivo FILAJET. Il trattamento si è concluso con la finitura a cera FILAMATT per restituire al cotto il suo aspetto naturale.