app-storearea-applicatoriarea-privatiarea-produttoriarea-progettistiarea-rivenditoriarrow-downarrow-rightbackbookcalculatorclosecontrolsdownloademailenvelopeeyefilterflaggoogle-playlinklogo-fila-footerlogo-filalogo-recommendedmarkermateriali-esternomateriali-finituramateriali-internomateriali-lavaggiomateriali-manutenzionemateriali-pavimentomateriali-pretrattamentomateriali-protezionemateriali-rivestimentonewsletter-arrownewsletterpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphone-filledphoneplayplusprintsearchshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-flickr-bnsocial-flickrsocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubetoolbar-apptoolbar-capitolatotoolbar-certificationstoolbar-downloadtoolbar-eyedroppertoolbar-performance-warrantytoolbar-product-safetytoolbar-product-sheettoolbar-product-techtoolbar-retailertoolbar-supporttoolbar-videotutorialupload-file

Piazza degli Scacchi di Marostica

Italy

A Marostica, in provincia di Vicenza, oltre 600 figuranti inscenano quella che la leggenda narra sia la storia del castellano Taddeo Parisio che nel 1454 impedì un duello tra due giovani innamorati della figlia: decise che Lionora, la bella contesa, sarebbe andata in sposa a chi avesse vinto una partita al nobile gioco degli scacchi, che doveva essere svolta nella piazza del Castello con “pezzi grandi, vivi e armati”. Così, da più di 90 anni, ogni due, il secondo fine settimana di settembre nella piazza del Castello di Marostica, si gioca una partita con personaggi viventi, tra fanti e cavalieri, fuochi e giochi di luce, canti e danze. 

La piazza stessa è una “scacchiera”: 256 mq di marmo rosso e bianco del vicino Altopiano di Asiago formano a terra la scacchiera, mentre la trachite scura ne definisce il perimetro esterno. La superficie della piazza non occupata dalla scacchiera, invece è in marmo rosa e bianco di Asiago, tonalità meno marcate rispetto al rosso per far risaltare in tutta la sua bellezza questa scacchiera unica al mondo. 

Agenti atmosferici, traffico e calpestio lasciano inevitabilmente il proprio segno sulle superfici in marmo con finitura grezza, per questo periodicamente è necessario intervenire con una manutenzione straordinaria che riporti la pavimentazione al suo originario splendore. Vista la varietà dello sporco presente sulla superficie, l’Associazione Pro Marostica, con il supporto tecnico della squadra dell’Applicatore Specializzato Nicola Puppo, è intervenuta sulla superficie della piazza prima di tutto con l’utilizzo del detergente sgrassante FILAPS87 (diluito 1:5), quindi con un lavaggio di fondo con DETERDEK (diluito 1:10), disincrostante acido concentrato. Infine, nelle zone dove erano presenti muschi, muffe e annerimenti è stato utilizzato FILAALGAE NET, detergente rapido che risana a fondo le superfici esterne.